Amici della chiesa di S. Antonio in Capraia

Home » Articles posted by Roberto Moresco (Pagina 4)

Author Archives: Roberto Moresco

Notiziario N° 8

capraia card (1)-logo

 

Verbale di Assemblea Ordinaria dei Soci del 19 agosto 2015

 

Il giorno 19 agosto 2015 si è tenuta alle ore 18.30 in seconda convocazione nella chiesa di S. Antonio in Capraia Isola l’Assemblea Ordinaria dei Soci dell’Associazione “AMICI DELLA CHIESA DI  S.ANTONIO IN CAPRAIA”, con il seguente ordine del giorno:

-Relazione del Presidente

– Approvazione bilancio consuntivo e preventivo.

-Accettazione nuovi soci

-Stato dei lavori

Presiede l’Assemblea il Sig. Dante Biagetti, Presidente dell’Associazione, che chiama a fungere da Segretario l’Ing. Roberto Moresco.

Il Presidente apre la sua relazione esprimendo innanzitutto la propria soddisfazione per i risultati del restauro della facciata della Chiesa a pochi mesi dall’inizio dei lavori, con la prospettiva di terminarli entro l’anno. superando così le piu’ rosee  previsioni.

Ricorda inoltre che l’ Amministrazione Comunale, una volta avviata con la Convenzione  la concreta fattibilità dell’iniziativa, ha manifestato una fattiva collaborazione con l’Associazione, in primo luogo nella persona del Sindaco Gaetano Guarente, che ha seguito l’attività dell’Associazione in tutti i passaggi principali.

Fa presente inoltre che il progetto del restauro verso la fine del 2014 e’ stato approvato da parte della Sovrintendenza per i Beni Architettonici, Paesaggistici, Storici ed Etnoantropologici per le Province di Pisa e Livorno, con parole di particolare apprezzamento.

Si è riscontrato un notevole interesse per l’iniziativa anche da parte della popolazione dell’isola e di quanti da anni la frequentano: interesse che si è materializzato nell’adesione di nuovi soci e in donazioni da parte di privati, associazioni e società locali ed in un numero di iscritti che ad oggi è di oltre 100 soci.

Gli sponsor che hanno permesso l’inizio e il prosieguo dei lavori sono stati la Fondazione di Livorno con un contributo di Euro 16000 e il Comune di Capraia con un contributo di Euro 3000, per il 2014.

Le donazioni da parte dei soci privati al 31/7/2015 hanno raggiunto la somma di Euro 8760.

Il Presidente ricorda che il progetto definitivo, elaborato dallo Studio Maffeis, in collaborazione con altri progettisti, è stato ceduto gratuitamente dagli stessi all’Associazione. Il Presidente ringrazia l’Architetto Maffeis per la sua donazione e per l’ impegnativo incarico che si è assunto nel dirigere i lavori della facciata.

I lavori della prima fase, che ha riguardato il consolidamento della facciata della chiesa, sono iniziati il 5 gennaio 2015 e sono praticamente terminati. La seconda fase, che comprende i lavori di finitura, coloritura, e il restauro della statua in marmo del Santo, inizierà verso la fine di settembre per concludersi probabilmente entro la fine del corrente anno.

Le spese relative alla prima fase sono coperte con i contributi degli sponsor per il 2014 e con le donazioni.

Per la seconda fase, al momento si sono ricevuti dagli sponsor: Fondazione di Livorno Euro 10000, Camera di Commercio di Livorno Euro 4840; il Comune di Capraia ha promesso un nuovo contributo per il 2015.

Il Presidente fa presente che al completamento dei lavori della facciata mancano circa Euro 20000. Per reperire la somma mancante si stanno prendendo contatti con l’Autorità Portuale di Livorno, la Regione Toscana, il Parco dell’Arcipelago, e si conta anche sulle donazioni di privati ed associazioni.

Il Presidente, prima di dare la parola al Sindaco di Capraia, ricorda la figura del socio Dott. Giuseppe Ferrarini, recentemente scomparso: il Dott. Ferrarini è stato un fervente sostenitore dell’iniziativa e una personalità che è sempre stata apprezzata dalla popolazione di Capraia per la sua generosità e per l’amore per l’isola.

Prende quindi la parola il Sindaco che ringrazia il Consiglio Direttivo per la sua attività, sottolineando l’efficacia del suo operato, e lo sprona a proseguire nell’iniziativa promettendo il suo sostegno anche nella ricerca di fondi, affermando che il restauro della facciata non può ormai essere interrotto per mancanza di fondi.

Il tesoriere Ing. Roberto Moresco presenta quindi il Quadro Economico della prima fase dei lavori e quello preventivo delle due fasi (v. Allegati) e illustra  la Situazione di cassa al 31/7/2015 che, messi ai voti, vengono approvati all’unanimità.

L’assemblea viene informata dei nuovi soci che il Direttivo ha accettato; in particolare sottolinea l’adesione della Proloco, che si è impegnata ad effettuare in tempi brevi un versamento a sostegno dell’iniziativa.

Prende quindi la parola l’Arch. Maffeis, che prima di illustrare i lavori in atto, fa notare che le restauratrici hanno trovato tracce delle coloriture originali nell’altare maggiore e in uno degli altari laterali. Tali tracce hanno rivelato delle interessanti decorazioni ad encausto che meriterebbero di essere riportate alla luce: nuovi futuri obiettivi.

L’Arch. Maffeis conduce quindi i partecipanti sul sagrato della chiesa, illustrando lo stato dei lavori e quanto è apparso della coloritura originale.

L’Assemblea si chiude alle ore 19,30.

Il Segretario dell’Assemblea                                              Il Presidente

Roberto Moresco                                                                  Dante Biagetti

 

Allegati

 

Quadro Economico per il restauro della facciata
Solo fase A Consolidamenti- gen-15 lug-15
1 Opere edili di supporto  €     3.000,00  €     3.000,00
2 Ponteggi  €     1.500,00  €     1.500,00
3 Opere di restauro fase A  €   13.520,00  €  18.940,00
4 Opere strutturali fase B  €                  –
5 Opere di restauro Fase B  €                  –
6 TOTALE OPERE  €   18.020,00  €  23.440,00
7 Imprevisti  €     3.600,00  €     1.000,00
8 Iva 10%  €     2.162,00  €     2.444,00
9 Spese alloggio impresa restauri  €         450,00  €        380,00
10 Spese viaggi e di  gestione  €     1.000,00  €        420,00
11 Spese promozione  €         250,00  €        250,00
12 TOTALE GENERALE  €   25.482,00  €  27.934,00

 

Quadro Economico per il restauro della facciata, a finire
  fase B –  luglio 2015
1 Opere edili di supporto  €       1.000,00
2 Ponteggi  €           500,00
3 Opere di restauro fase A
4 Opere strutturali  tiranti  €       2.500,00
5 Opere di restauro Fase B  €     21.612,00
6 TOTALE OPERE  €     25.612,00
7 Imprevisti  €       1.000,00
8 Iva 10%  €       2.661,20
9 Spese alloggio impresa restauri  €           780,00
10 Spese viaggi e di  gestione  €       1.000,00
11 Spese promozione  €           500,00
12 TOTALE GENERALE  €     31.553,20

 

 

Quadro Economico per il restauro della facciata
 fase A + fase B –  luglio 2015
1 Opere edili di supporto  €       4.000,00
2 Ponteggi  €       2.000,00
3 Opere di restauro fase A  €    18.940,00
4 Opere strutturali fase B  €       2.500,00
5 Opere di restauro Fase B  €    21.612,00
6 TOTALE OPERE  €    49.052,00
7 Imprevisti  €       2.000,00
8 Iva 10%  €       5.105,20
9 Spese alloggio impresa restauri  €       1.160,00
10 Spese viaggi e  di gestione  €       1.420,00
11 Spese promozione  €          750,00
12 TOTALE GENERALE  €    59.487,20

Situazione di cassa  al  31/12/2014 in Euro

 

Imputazione Entrate Uscite Saldo
       
Saldo cassa al 31/12/2013 479.00
Iscrizioni 2014 190.00
Donazioni 2014 800.00
Spese bancarie 2014 12.49
Saldo cassa al 31/12/2014 1469.00 12.49 1456.51

 

 

Situazione di cassa  al  31/7/2015 in Euro

 

Imputazione Entrate Uscite Saldo
Saldo cassa al 31/12/2014 1456.51
Donazioni al 31/7/2015 8070.00
Contributo 2014 Comune 3000.00
Fondazione Livorno 10500.00
Contributo a Ars Musica Capraia 500.00
Fatture Lavori 20900.00
Spese bancarie 84.10
Saldo cassa al 31/7/2015 23026.51 21484.10 1542.41
Pubblicità

Notiziario N° 7

I lavori di restauro della facciata della chiesa di S. Antonio continuano.

Foto di Fabio Guidi

Foto di Fabio Guidi

Dopo la prima fare di ricognizione dello stato della facciata, le restauratrici hanno intrapreso il consolidamento delle superfici danneggiate e pericolanti. I danni dovuti al tempo e all’incuria si sono rivelati molto più gravi di quanto era apparso durante le ispezioni preliminari. Successivamente si sono individuati dei vuoti nella struttura della facciata che hanno richiesto l’iniezione di diversi quintali di calce speciale. Ora sono in corso i lavori di stuccatura delle superfici e delle modanature. I lavori verranno sospesi per qualche tempo al fine di permettere il regolare svolgimento del tradizionale Festival di Musica.

 

IMG-20150619-WA0005

IMG-20150619-WA0001

Nel corso dei lavori le restauratrici hanno fatto anche un sondaggio sull’altare della chiesa che ha rivelato, sotto le incrostazioni di vari strati di pittura, la decorazione originaria di pregevole fattura e un dipinto che raffigura lo stemma dei francescani (due mani incrociate sovrastate da una croce). Poco alla volta la chiesa sta rivelando i suoi segreti nascosti e altre sorprese forse ci attendono !

 

IMG-20150609-WA0002

IMG-20150609-WA0001

Nel periodo luglio agosto cercheremo di organizzare delle visite guidate ai lavori in corso.

Ricordiamo che il “ Capraia Musica Festival, giunto quest’anno alla sua X edizione si svolgerà nella chiesa di S. Antonio dal 25 luglio al 4 agosto. Il programma si può leggere nel sito: http://www.capraiamusicafestival.it/

Per il finanziamento dei lavori in corso, mentre si stanno esaurendo quelli concessi dalla Fondazione Livorno e dal Comune per il 2014, abbiamo chiesto a questi enti di rinnovare il loro contributo anche per il 2015. Inoltre abbiamo chiesto contributi alla Regione Toscana, alla Camera di Commercio di Livorno, e al Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano.

Le donazioni di soci e sostenitori hanno raggiunto al 30/6/2015 l’importo di Euro 8120 pari al 16% del preventivo di Euro 50.000 previsto per il primo lotto dei lavori relativi alla facciata della chiesa.

Desideriamo fornire l’elenco dei donatori, che ringraziamo sentitamente, perché il sostegno di tutti anche con cifre modeste è indispensabile per portare a termine il nostro progetto.

Donazioni

  • Altieri Wilfredo, U.S.A
  • Amici di Capraia, in memoria di Giuseppe Ferrarini
  • Ardovini Giuseppina
  • Associazione Proprietari di casa – Capraia
  • Bernini Famiglia
  • Bonomo Roberta e Federico Ferrarini
  • Corradini Anna Maria, in memoria di Giuseppe Ferrarini
  • De Felice Augusto
  • Fantoni Gianni e Luisa, in memoria di Giuseppe Ferrarini
  • Ferrari Giovanni Maurizio, in memoria di Giuseppe Ferrarini
  • Ferrarini Giuseppe
  • Folli Anna
  • Galbiati Angelo e Patolillo Ada
  • Mascioni Giuseppe
  • Musesti Angelo e Franca, in memoria di Giuseppe Ferrarini
  • Michelini Brando
  • Pasetto Giovanni e famiglia
  • Riello Nicola
  • Shivre Robert, Francia
  • Pro. Tur. Capraia
  • Taddei Ilaria

Per quanto volessero partecipare a questa raccolta di fondi ricordiamo che il conto corrente dell’Associazione è il seguente:

Banco Popolare

IBAN: IT68 C 05034 13900 000000004388

 

Vi ricordiamo di visitare anche il nostro sito : http://amicidisantoniocapraia.com

 

Auguriamo a tutti delle felici e piacevoli vacanze a Capraia.

 

Il Consiglio Direttivo

APPELLO AI CAPRAIESI DEL MONDO‏

 

Foto di Fabio Guidi

Foto di Fabio Guidi

Queridos amigos “capraiesi” del mundo,

Me acerco a ustedes hoy para señalarles che junto a unos amigos de Capraia hemos creado la “Asociacion de los amigos de la Iglesia de S. Antonio en Capraia”.

La Asociacion ha como finalidad el restauro de la iglesia de S. Antonio de Padua y del conjunto convento de S. Francisco.

La iglesia y el convento han sido edificados a partir de 1660 por parte de los “capraienses” debido a su devocion a S. Antonio. El convento hasta la mitad del siglo XIX hospedaba una pequeña comunidad de frailes franciscanos. En el interior de la iglesia hay numerosas tumbas de “capraienses”.

Los trabajos de restauracion de la fachada de la iglesia, que estaba en grave degradacion, ya han empezado. Pero para poder seguir con los trabajos nececitamos recaudar algo de dinero.

He pensado que algunos de vosotros, en recuerdo de sus antiguas origenes capraienses, podria estar interesado en hacer una donacion.

El projecto, con la historia de la iglesia y del convento, se puede mirar en el sito:

https://amicidisantoniocapraia.com/

Vuestras donaciones pueden ser versadas en la cuenta:

Banca Popolare

Agenzia di Capraia Isola

IBAN: IT68C0503413900000000004388

Por adelanto quisiera agradecerles y les envio mis cordiales saludos desde Capraia

Chers amis “capraiesi” du monde,

Je fais appel à vous pour vous dire qu’ensemble avec des amis de Capraia nous avons créé l’ “Association des Amis de l’Eglise St.Antoine à Capraia”.

L’association vise à la restauration de l’église de Saint Antoine de Padoue et du couvent de Saint François annexe.

L’église et le couvent ont été construits à partir de 1660 par le capraièses pour leur dévotion à Saint Antoine. Jusqu’au milieu du XIX siècle le couvent logeait une petite communauté de moines franciscains. Dans l’église il y a de nombreuses tombes de capraièses.

La restauration de la façade de l’église, qui était dans un état de dégradation sévère, a déjà commencé, mais pour être en mesure de poursuivre le travail nous devons recueillir de l’argent.

Je pensais que peut-être certains d’entre vous, en souvenir de leurs anciennes origines capraièses, pourraient être intéressés à faire un don.

Le projet, aussi bien que l’histroire de l’égrlise et du couvent, peut être vu sur le site:

https://amicidisantoniocapraia.com/

Vos dont peuvent être versés sur le compte:

Banca Popolare

Agence Capraia Isola

IBAN:  IT68C0503413900000000004388

Tout en vous remerciant à l’avance, je vous envoie mes meilleures salutations de Capraia.

Dear friends “capraiesi” of the world,

I appeal to you to tell you that together with friends of Capraia we have created the “Association of Friends of St Anthony’s Church in Capraia”.

The Association aims at the restoration of the church of St. Anthony of Padua and the convent of St. Francis.

The church and convent were built from 1660 by the capraiesi for their devotion to St. Anthony. The convent until the mid-nineteenth century was home to a small community of Franciscan friars. Inside the church there are numerous tombs of capraiesi.

The restoration of the facade of the church, which was in a state of severe degradation, has already begun, but to be able to continue the work we need to collect some money.

I thought maybe some of you, in remembrance of the ancient origins from Capraia, may be interested in making a donation.

The project, with the history of the church and monastery, you can see on the site:

https://amicidisantoniocapraia.com/

Your donations can be paid to the account:

Banca Popolare

Agency Capraia Isola

IBAN:  IT68C0503413900000000004388

Thank you in advance and I send you my best regards from Capraia

Cari amici capraiesi del mondo,

mi rivolgo a voi per segnalarvi che insieme a degli amici di Capraia abbiamo creato l’ “Associazione degli amici della Chiesa di S. Antonio in Capraia”.

L’Associazione ha per scopo il restauro della chiesa di S.Antonio da Padova e dell’annesso convento di S.Francesco.

La chiesa e il convento sono stati costruiti a partire dal 1660 dai capraiesi per la loro devozione a  S. Antonio. Il convento fino alla metà del XIX secolo ospitava una piccola comunità di frati francescani. All’interno della chiesa vi sono numerose tombe di capraiesi.

I lavori di restauro della facciata della chiesa, che era in uno stato di grave degrado, sono già iniziati, ma per potere proseguire i lavori abbiamo bisogno di raccogliere dei soldi.

Ho pensato che forse alcuni di voi, in ricordo delle antiche origini capraiesi, potrebbero essere interessati a fare una donazione.

Il progetto, con la storia della chiesa e del convento, si può vedere sul sito:

https://amicidisantoniocapraia.com/

Le vostre donazioni possono essere versate sul conto:

Banca Popolare

Agenzia di Capraia Isola

IBAN: IT68C0503413900000000004388

Vi ringrazio anticipatamente e vi mando i miei cordiali  saluti da Capraia

Il Consiglio Direttivo

Notiziario N° 6

 

Cari Amici,DSCF8007

come forse già saprete, la prima fase dei lavori di restauro della chiesa di S. Antonio è iniziata.

Oltre alla messa in opera del ponteggio, due restauratrici hanno iniziato il lavoro di indagine stratigrafica, alla ricerca dei colori originali, e il consolidamento dell’intonaco.

DSCF7963

È stato ritrovato e messo in luce l’intonaco originale e parte della sua coloritura, con la scoperta di numerosi dettagli architettonici che un tempo abbellivano la facciata.

Il giorno 4 aprile ( vigilia di Pasqua) alle ore 17.00 sul piazzale antistante alla chiesa l’architetto Franco Maffeis illustrerà quanto finora è stato fatto e quanto ci prefiggiamo di fare nei prossimi mesi.

P1170954

Contiamo sulla vostra presenza.

Il presidente

Dante Biagetti

Notiziario N° 5

15_41_are_f1_716_1_resize_597_334

È mancato la scorsa settimana il nostro socio e benefattore Dott. Giuseppe Ferrarini. Vero capraiese aveva aderito con entusiasmo alla nostra iniziativa.

Il Consiglio Direttivo e tutti i soci si inchinano alla sua memoria e porgono sentite condoglianze alla sua consorte, ai figli e nipoti.

Così lo ricorda Folco Giusti:

In memoria di Giuseppe “Bepi” Ferrarini

Mi mancherà il nostro Bepi. Mi mancherà quell’erma gentile che scorrazzava silenziosa, spesso avvolta in un nugolo d’api, sulla via di San Rocco. Quando vedeva la mia casa aperta, veniva: un tocco alla porta, leggero, quasi inudibile, mi avvisava che lui, timido, educato, preoccupato solo che la sua visita potesse dare fastidio, era alla porta. Gli aprivo e lui entrava immancabilmente con qualche cosa in mano, un barattolo del suo miele, un pesce, un totano, un frutto, e sulla faccia un sorriso. Sempre allegro, mi ricopriva delle sue premure, pronto a gioire delle buone notizie e a consolarmi per quelle tristi. Parlava volentieri con me, forse per interrompere un po’ la solitudine delle sue scappate a Capraia fuori stagione, da solo appunto, come penso a lui piacesse. E voleva che gli raccontassi dei miei “successi” e mi imbarazzava, sempre disposto a riconoscermi un’importanza immeritata. Anche con gli altri di Capraia, e mi risulta non solo di Capraia, era così. Le sue virtù – mitezza, umiltà, franchezza, generosità – le aveva nell’anima spontanee: non erano solo una pratica imposta per corrispondere al Santo Vangelo che amava. Eppure non era un semplice, come ha saputo dimostrare con i suoi studi, con la sua professione, con le sue opere di prezioso volontariato, con la sua famiglia mantenuta sempre unita e serena. In una sola occasione l’ho visto turbato, forse un poco arrabbiato e, di certo, non solo per esserne personalmente coinvolto: la fine indegna del giardino del prete a fianco della chiesa, l’angolo di paradiso per chi, come tanti di noi oggi vecchi, vi aveva goduto da bimbo le premurose attenzioni del buon Don Ricco, trasformato in una bolgia infernale da amministratori immemori, insensibili, pronti a macchiare la tonaca pur di soddisfare i loro interessi venali. Ma … anche in questo caso, la rabbia, se rabbia c’è stata, poco è durata, vuoi perché la sua fede non glielo consentiva, vuoi perché nulla doveva turbare il suo stare in Capraia. C’erano gli ulivi da potare, le arnie da curare, un bimbo da visitare. E lui correva, correva come una delle sue api operose, mai sazio, mai stanco, nonostante la sua età ormai veneranda. Anche per lui è arrivata la fine: una tragedia per noi che gli volevamo bene, ma, ne sono convinto, non per lui. Anche la morte non gli faceva paura. Non l’ha cercata di certo, ma di certo la sfidava, come ha fatto nella sua ultima solitaria impresa, infilandosi negli intricati macchioni dei Muri Rossi, nel tratto più profondo e selvaggio dell’isola. Una sola consolazione ci resta: è morto come e dove da sempre voleva, solo sì, ma libero, con Capraia attorno, il silenzio nelle orecchie, il profumo di macchia nei polmoni, i suoi più bei ricordi nel cuore.

Notiziario N° 4

 

Foto di Fabio Guidi

Foto di Fabio Guidi

I lavori sono iniziati.

A fine gennaio sono stati montati i ponteggi.

Purtroppo il cattivo tempo ha impedito l’arrivo dei restauratori.

Il nostro progetto va avanti.

Abbiamo bisogno del sostegno di tutti gli amanti dell’isola perchè i fondi sia quelli già raccolti sia quelli promessi non sono sufficienti a portare a termine i lavori.

Contiamo sulle vostre donazioni e sui vostri suggerimenti per la ricerca di sponsor.

Il nostro conto corrente è:

Amici della chiesa di S. Antonio in Capraia

Banco Popolare – Agenzia di Capraia Isola

IBAN: IBAN: IT68C0503413900000000004388

Il Consiglio Direttivo

 

 

 

 

Notiziario N° 3

Cari Amici di S. Antonio,

nel porgervi gli auguri per il nuovo anno, desideriamo informarvi che il nostro progetto di restauro della facciata della chiesa di S,Antonio si sta concretizzando.

– il 20 novembre 2014 il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali Culturali e del Turismo ha dato parere favorevole al progetto di restauro conservativo del complesso di S. Antonio come esposto su questo sito

– il 12 dicembre 2014 il  Comune di Capraia Isola ha rilasciato l’Autorizzazione Paesagistica

-il 16 dicembre 2014 il Tecnico Comunale ha approvato il primo lotto dei lavori consistenti nel restauro della chiesa di S. Antonio

– nei primi giorni gennaio 2015 verranno installate le impalcature e nella seconda metà di gennaio inizierà la prima fase del restauro consistente in una indagine stratigrafica degli intonaci a cura della ditta Marchetti e Fontanini

Sulla impalcatura verrà affisso il cartello che qui vi mostriamo:

cartellone cantiere capraia_Page_1_Image_0001

 

Il nostro progetto si sta dunque realizzando con una tempistica che supera le nostre aspettative.

Ora è necessario reperire altri aiuti finanziari che possono venire da donazioni o da sponsor. In entrambi i casi abbiamo bisogno del vostro sostegno: abbiamo bisogno di nuovi soci e di sponsor che tutti voi potete aiutarci a ricercare.

I donatori e gli sponsor verranno ricordati su un apposito cartellone che verrà affisso sulla impalcatura.

Vi ricodiamo che abbiamo aperto un conto corrente presso il Banco Popolare, agenzia di Capraia con il seguente IBAN:  IT44T0503470670000000000138

Il Consiglio Direttivo

2 gennaio 2015

Notiziario N° 2

Novembre 15, 2014

Cari Amici di S.Antonio,

Considerati i molti risultati ottenuti in questo anno, desideriamo rendervi partecipi di quanto fatto e darvi un aggiornamento sulle prossime attività dell’Associazione .

– Con la campagna iscrizioni della scorsa estate il numero dei soci è ora il seguente :

Soci fondatori (5), Soci onorari (4), Soci effettivi (69)

Vi invitiamo a proporre nuovi soci perchè abbiamo bisogno del sostegno, non solo economico, del maggior numero di persone che condividano la nostra iniziativa.

– il sito web dell’Associazione,  www.amicidisantoniocapraia.com, è stato aggiornato nella parte che riguarda il progetto, inserendo la relazione di progetto trasmessa in Sovrintendenza.

– È stata aperta la seguente partita IVA a nome dell’Associazione : 01792770495

– È stato aperto un conto bancario presso il Banco Popolare di Capraia

IBAN : IT44T0503470670000000000138

-Nel mese di luglio è stato protocollato al Comune di Capraia il progetto di restauro della chiesa, che il Comune ha poi inviato in Settembre alla Soprintendenza di Pisa per l’approvazione.

– Il giorno 1/10/2014 il presidente Dante Biagetti e L’Architetto Franco Maffeis, accompagnati dal Sindaco di Capraia e dal tecnico comunale Ing. Mario Nardi hanno illlustrato a Pisa il progetto alla Soprintendente, che lo ha accolto favorevolmente ed ha promesso una approvazione in tempi brevi.

– Il Comune di Capraia ha deliberato una erogazione di Euro 3.000 per il 2014 per sostenere la nostra iniziativa, con la promessa di inserire nel bilancio 2015 un’ulteriore somma.

-Si è individuato un gruppo di potenziali sponsor ai quali è stata inviata una lettera per chiedere di aiutarci con un loro finaziamento. A questa ha fatto seguito una telefonata di presentazione dell’iniziativa da parte del Sindaco.Prossimamente procederemo ad alcuni incontri personali finalizzati alla ricerca di fondi.

– Un nostro socio ha fatto una prima donazione. Se ne è aggiunto poi un secondo. Ci auguriamo che altri seguano il loro esempio. Eventuali contributi potranno essere bonificati direttamente sul nostro conto corrente.

-L’Ing. Mario Nardi, tecnico del Comune Capraia, ha confermato la sua disponibilità, a titolo gratuito, nel diventare responsabile della sicurezza del cantiere.

 

Considerata la nostra intenzione di iniziare i lavori nei tempi previsti dal finanziamento ottenuto dalla Fondazione Livorno i prossimi passi  a breve saranno i seguenti:

1.Ottenere il nulla osta della Soprintendenza e l’approvazione da parte della Giunta Comunale del progetto

2.Sottoscrivere una convenzione con il Comune per la consegna materiale della facciata della Chiesa per poter dare inizio ai lavori

3.Sottoscrivere una convenzione con la Fondazione Cassa di Risparmio di Livorno per l’erogazione a stati di avanzamento dello stanziamento di Euro 16.000 da loro deliberato

4.Individuare la ditta fornitrice delle impalcature

5.Sottoscrivere il contratto di appalto con la ditta specializzata che eseguirà i lavori di restauro e che dovrà essere iscritta alla specifica categoria dell’albo nazionale delle imprese. I lavori saranno appaltati per la quota corrispondente alla cifra ad oggi disponibile.

 

Come potete vedere, pur dovendo ancora perfezionare alcuni passaggi procedurali, è nostro intendimento di installare i ponteggi entro la fine dell’anno con inizio lavori nel gennaio 2015, ottemperando così alla richiesta del nostro principale ente finanziatore.

Sarà nostra cura tenervi informati del proseguo della nostra iniziativa.

Il Consiglio Direttivo

Notiziario N° 1

13 agosto 2014

  

Cari amici di Sant’Antonio,

è passato un anno da quando, in una bella serata d’agosto, vi abbiamo presentato il progetto per il restauro della Chiesa che dà nome alla nostra associazione. Il desiderio di tutti noi, che da tanto tempo godiamo delle bellezze di Capraia e dell’accoglienza dei suoi abitanti, è di contribuire in piccola parte a mantenere intatto il fascino prezioso di quest’isola che tutti amiamo. Per questo abbiamo pensato di impegnarci per salvare dal decadimento una chiesa che, insieme al convento, costituisce uno dei complessi di maggiore rilevanza architettonica e artistica di Capraia. Il nostro obiettivo è partire dalla facciata, sperando che si possa col tempo arrivare al restauro di tutta la Chiesa.

 

In quella serata, ci avete dimostrato il vostro entusiasmo per l’iniziativa e ci avete sostenuto entrando a far parte dell’associazione. Il vostro appoggio, insieme a quello fondamentale dell’Amministrazione Comunale, e in particolare del sindaco Gaetano Guarente, del consigliere Luigino Romano e dell’assessore alla cultura Sonia Severi, è stato un incitamento a continuare nel nostro lavoro.

Per questo, oltre a consegnare a ciascuno degli iscritti la tessera annuale dell’associazione, ci fa un particolare piacere inviarvi questa lettera per rendervi partecipi di quanto è stato fatto in questi mesi.

 

Il 7 aprile scorso, l’arch. Franco Maffei, autore del progetto di restauro, e Anna Folli hanno presentato il progetto al sindaco Gaetano Guarente e al nuovo tecnico comunale ing. Nardi, che hanno ribadito il loro apprezzamento all’iniziativa e hanno assicurato il loro appoggio.

Nel frattempo l’ing. Roberto Moresco ha realizzato il sito (www.amicidisantantonio.com) che sintetizza la storia del complesso di Sant’Antonio e in modo chiaro ed esaustivo illustra il progetto e le sue finalità.

Il 12 giugno scorso, l’arch. Franco Maffei, accompagnato da Gaetano Guarente e dall’ing. Nardi, si è recato alla Sovrintendenza ai Beni Culturali di Pisa dove ha illustrato il progetto ai funzionari competenti, ricevendo un parere di massima favorevole.

Al fine di reperire i fondi necessari al lavoro di restauro, è stato inviata una richiesta di sostegno alla Fondazione Livorno della Cassa di Risparmio e l’8 luglio scorso è arrivata una risposta positiva con lo stanziamento di 16.000 (sedicimila) euro: questa cifra ci metterà in grado di partire con i lavori che dovranno iniziare entro l’8 febbraio 2015. Potremo dunque in tempi stretti vedere i ponteggi sulla facciata di Sant’Antonio.

Infine l’11 agosto il Presidente dell’Associazione Dante Biagetti, Anna Folli e l’arch. Franco Maffeis sono stati ricevuti dal sindaco Gaetano Guarenti e dal tecnico comunale ing. Nardi per la consegna ufficiale del progetto di restauro del complesso della Chiesa di Sant’Antonio e del Convento Francescano, che verrà depositata alla Sovrintendenza dopo la pausa estiva.

 

Ci rendiamo conto che, se molto è stato fatto, tantissimo è ancora da fare per arrivare al raggiungimento del nostro comune obiettivo. A questo proposito, ci auguriamo che proprio da voi, Amici di Sant’Antonio, possano arrivare suggerimenti e consigli per rendere più celere e feconda la nostra opera di raccolta fondi.

Incoraggiati dal sostegno degli abitanti e dei frequentatori dell’isola, siamo certi che saremo presto in grado di portare a termine i lavori di restauro della facciata, primo passo per valorizzare l’intero complesso e riportare all’originale splendore una delle tante bellezze di questa magica isola del Mediterraneo.

 

 

 

Il Presidente

Dante Biagetti

 

Il Presidente

Dante Biagetti

Situazione cassa al 31 dicembre 2013

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: